Facebook Instagram Twitter YouTube Premium Badge Offline Maps Bike Type Optimized Routing Premium Maps 3D-Routenvorschau Sturzerkennung Premium Support

Cartolina di Napoli

29 km Distanz
510 m Aufstieg
510 m Abstieg

(0 Bewertungen)

Itinerario suggestivo alla scoperta dei panorami magici della città di Napoli Partiremo da Piazza Plebiscito e percorrendo il lungomare “Liberato” arriveremo a Castel dell’Ovo di li percorrendo per intero la pista ciclabile ci inerpicheremo sulla collina di Posillipo per poi giungere al Parco Virgiliano i nostri occhi non crederanno alla meraviglia di essere di fronte ad una delle cartoline paesaggistiche più ammirate al mondo. Dopo una breve sosta ci dirigeremo verso il quartiere Vomero, arroccato su una collina a 250 mt sul livello del mare. Attraverso strade sinuose e viali alberati raggiungeremo Castel S. Elmo e la celebre Certosa di San Martino.

 

Partenza: ore 9:00

Rientro: verso le ore 17:00

Difficoltà: Media

Lunghezza percorso: circa 30 km

Durata percorso: circa 8 ore compreso visita

Punti di interesse: 

Ubicata nel centro storico, tra il lungomare e via Toledo, con una superficie di circa 25 000 metri quadrati la piazza si presenta come una delle più grandi della città e d'Italia e per questo è quella più utilizzata per le grandi manifestazioni.La piazza del Plebiscito fu per secoli uno slargo irregolare, dove si svolgevano le feste popolari attorno alle cosiddette macchine da festa, che venivano periodicamente innalzate da grandi architetti (famose quelle di Ferdinando Sanfelice e di Francesco Maresca

Solo a partire del Seicento fu gradatamente "regolarizzata", anche in conseguenza alla costruzione del nuovo palazzo Reale, ad opera di Domenico Fontana[3]. A questa graduale trasformazione si succedettero, dalla metà del Settecento in poi, interventi sempre più radicali, attuati da architetti già impegnati nell'edificazione del prospiciente Palazzo Reale.

Castel Dell'Ovo: Il castel dell'Ovo (castrum Ovi, in latino), è il castello più antico della città di Napoli[1]ed è uno degli elementi che spiccano maggiormente nel celebre panorama del golfo. Si trova tra i quartieri di San Ferdinando e Chiaia, di fronte alla zona di Mergellina.

A causa di diversi eventi che hanno in parte distrutto l'originario aspetto normanno e grazie ai successivi lavori di ricostruzione avvenuti durante il periodo angioino edaragonese, la linea architettonica del castello mutò drasticamente fino a giungere allo stato in cui si presenta oggi.

Parco del Virgiliano: Il Parco Virgiliano (da non confondere con il quasi omonimo Parco Vergiliano a Piedigrotta, nel quartiere Chiaia), detto anche parco della Rimembranza, è un parco panoramico che sorge nel quartiere Posillipo, a Napoli. Fu realizzato a cavallo degli anni venti e trenta su disposizione dell'Alto commissariato per la Provincia di Napoli e aperto nel 1931 (anno IX dell'era fascista) come parco della Vittoria o della Bellezza.

Fu in seguito definito parco della Rimembranza[2] fino a quando, grazie all'iniziativa di Guido Della Valle, assunse il nome di Virgiliano in onore del poeta romano. Ciò non deve creare confusione con il parco Vergiliano a Piedigrotta, altrimenti detto parco della tomba di Virgilio, contenente le spoglie del poeta Giacomo Leopardi ed il sepolcro del già citatopoeta.

San Martino: La certosa di San Martino è tra i maggiori complessi monumentali di Napoli; costituisce, in assoluto, uno dei più riusciti esempi di architettura e arte barocca insieme alla Reale cappella del tesoro di San Gennaro. Essa è situata sulla collina del Vomero, accanto acastel Sant'Elmo. Nel dicembre 2010 il decreto n. 851 del Ministero per i Beni Culturali emesso su proposta della Soprintendenza ai Beni architettonici e paesaggistici di Napoli e provincia, ha dichiarato la collina su cui sorge la certosa “monumento nazionale”.

Castel Sant' Elmo: Castel Sant'Elmo è un castello medievale, oggi adibito a museo, sito sulla collina delVomero, a Napoli. Un tempo era denominato Paturcium e sorge nel luogo dove vi era, a partire dal X secolo, una chiesa dedicata a Sant'Erasmo (da cui EramoErmo e poiElmo).

Questo possente edificio (il primo castello per estensione della città), in parte ricavato dalla viva roccia (tufo giallo napoletano), trae origine da una torre d'osservazionenormanna chiamata Belforte. Per la sua importanza strategica, il castello è sempre stato un possedimento molto ambito: dalla sua posizione (250 m s.l.m.) si può controllare tutta la città, il golfo, e le strade che dalle alture circostanti conducono alla città.

 

Piazza del Plebiscito: 

 

Servizi inclusi:

Guida

 

Noleggio bici e casco

Servizi sono inclusi:

Ingresso ai Musei Pranzo Supplemento bicicletta con pedalata assistita € 10,00. Supplemento Bici da corsa € 30 a bici

Su richiesta Tour personalizzati. Per maggiori informazioni sui costi dei tour e per prenotazioni inviare e-mail: info@irentbike.com


0,0
(0)