addalert addcircleoutline addlocation add arrow-down-left arrow-down-right arrow-down arrow-left arrow-right arrow-up-right arrow-up ascent assessment bin bookmarkoutline calendar-add calendar camera caret-down caret-left caret-right caret-up check chevron-down chevron-right clock close cloud-upload cog collectionsbookmark content-view-grid content-view-list datacheckerflag1 datadownload data-upload descent directions expandhorizontal expand-horizontal-2 expand-horizontal expand-vertical eye-off eye fileadd1 filecopy filenew2 filestatisticadd2 filetaskssubtract file-images-upload fullscreenexit gauge groupadd heart home infooutline info link list-number location-pin lock logout map mobile morevertical mylocation navigateprevious navigation-drawer nearme noteadd pen pencil-write pencil personoutline pindrop place playcirclefilled playlistaddcheck power-button publish refresh remove return routes-favourites scissors search share starhalf staroutline star supervisoraccount synchronize2 text-redo time-upload timeline timer track-route trendingflat trendingup user-add users visibility vote-star-banner warning zoomin badge1 medal3 medal5 starbanner starcircle starsubtract

14/02/2016: Nei dintorni del Musinè

22 km Distanz
640 m Aufstieg
640 m Abstieg

(0 Bewertungen)

Bel giro per testare il nuovo impianto frenante sostituito in garanzia che mi aveva fatto stare fermo per più di due settimane. 

Solito punto di partenza: il parcheggio di Caselette. Da qui, classica risalita per la tagliafuoco bassa (con incursione nel sottobosco) fino alla via Listelli e risalendo ancora riprendendo la tagliafuoco in senso inverso salendo da Almese. Su ancora superando il bivio per la Madonna della Neve fino al Pilone della Costa.

Sosta "dovuta" e poi ridiscesa per il divertentissimo sentiero Tacamal che ci fa incrociare 2 volte la risalita precedente per poi riprendere a salire nuovamente sulla tagliafuoco proprio dove l'avevamo lasciata.

Proseguiamo superando il sentiero dei Listelli (che scende) ed il sentiero Roca Bianca (che sale) fino al sentiero Miosa: anche questo impegnativo ma divertentissimo, seppur con le braccia un po' in affano. :-D

Da qui nuovamente sulla tagliafuoco bassa per rientrare fino al parcheggio.

Grazie per la bella giornata agli amici che debbono sempre aspettarmi e paziantare perchè non risco a mantenere il loro passo da stambecchi! ;-D

PS: Raccomando sempre molta attenzione alla processionaria del pino che ha infestato in modo pesante la zone e non pare che i comuni si stiano muovendo "adeguatamente" seppur sia obbligatoria e regolamentata dal Decreto Ministeriale del 30 ottobre 2007...


0,0
(0)



icon-helpcenter
icon-helpcenter
icon-helpcenter
Bikemap Newsletter
Top