addalert addcircleoutline addlocation add arrow-down-left arrow-down-right arrow-down arrow-left arrow-right arrow-up-right arrow-up ascent assessment bin bookmarkoutline calendar-add calendar camera caret-down caret-left caret-right caret-up check chevron-down chevron-right clock close cloud-upload cog collectionsbookmark content-view-grid content-view-list datacheckerflag1 datadownload data-upload descent directions expandhorizontal expand-horizontal-2 expand-horizontal expand-vertical eye-off eye fileadd1 filecopy filenew2 filestatisticadd2 filetaskssubtract file-images-upload fullscreenexit gauge groupadd heart home infooutline info link list-number location-pin lock logout map mobile morevertical mylocation navigateprevious navigation-drawer nearme noteadd pen pencil-write pencil personoutline pindrop place playcirclefilled playlistaddcheck power-button publish refresh remove return routes-favourites scissors search share starhalf staroutline star supervisoraccount synchronize2 text-redo time-upload timeline timer track-route trendingflat trendingup user-add users visibility vote-star-banner warning zoomin badge1 medal3 medal5 starbanner starcircle starsubtract google facebook email eye-open eye-hide

Sant'Anna - Arquino - San Giovanni - Carnale - Scessa - Montagna in Valtellina (Sondrio)

36 km Distance
1,190 m Ascent
1,180 m Descent

(1 rating)

Località di partenza:Sant'Anna (422 m) Sondrio Lunghezza: 36, 5 km Dislivello complessivo in salita: 1279 m Quota massima: 1452 m Arrivo: Sant'Anna (422 m) Sondrio Ciclabilità: 100% - 70% asfalto e 30% sterrato Acqua lungo il percorso: SI - Ponchiera - Carnale - Montagna in Valtellina Come arrivare: da Sondrio si prende la SP15 per Chiesa in Valmalenco, dopo circa due chilometri si gira a sinistra e si può lasciare l’auto nel parcheggio vicino al cimitero. Per chi volesse partire direttamente da Arquino, invece di deviare a sinistra per Sant’Anna, prosegue dritto verso la frazione Mossini. Superato l’abitato prendere la strada asfaltata a destra seguendo le indicazioni stradali per Arquino. Qui c’è un piccolo parcheggio libero dove lasciare l’auto. In Compagnai di Giulia e Mauro partiamo da S. Anna e ci dirigiamo verso Mossini. Attraversiamo la SP15 e saliamo in direzione di Chiesa in Valmalenco. Dopo il semaforo giriamo a destra seguendo l’indicazione stradale per Arquino. Il primo tratto è in leggera salita poi inizia la discesa che velocemente ci permette di raggiungere il caratteristico ponte in pietra sul torrente Mallero di Arquino. Giriamo a destra e pedalando in falsopiano raggiungiamo Ponchiera. Giriamo a sinistra lasciando la strada principale e affrontiamo una dura salita che ci porta in località Scherini dove raggiungiamo la chiesetta sconsacrata di San Lorenzo. Giriamo a destra e sempre in salita iniziamo un tratto di sterrato, abbastanza ripido. La pendenza media è del 11% e la massima del 19,2%. Superata la salita la carrareccia prosegue in falsopiano costeggiando i vigneti da dove si ricava il vino a denominazione di origine controllata “Grumello”. Ritrovato l’asfalto, giriamo a sinistra e seguiamo la segnaletica stradale indicante San Giovanni e Carnale. La strada sale costantemente, a volte con pendenza impegnativa. Arriviamo a San Giovanni (1000 m) dopo aver superato una pendenza media del 9,8% e massima del 13,8%. Giriamo a sinistra e proseguiamo per Carnale. La strada sale ma con pendenza moderata e, dopo aver attraversato la località Carnale, la strada asfaltata termina all’altezza del parcheggio, base per le escursioni di trekking in Val di Togno (http://gianolinibike.it/node/1524). Procediamo su sterrato, poi affrontiamo un tratto cementato abbastanza duro, raggiungiamo la fontana e proseguiamo seguendo la segnaletica verticale indicante la Val di Togno e il Rifugio Gugiatti-Sertorelli. La carrareccia è ben tenuta e sale con moderata pendenza. Arrivati al primo tornante, proseguiamo sulla carrareccia inoltrandoci nel bosco di abeti e ignorando il sentiero che prosegue dritto verso la Val di Togno. Il fondo sterrato ma compatto ci permette di proseguire senza fatica e di impostare una pedalata costante. Affrontiamo un’altra salita cementata dove i primi 100 metri hanno una pendenza media del 17,2% mentre i successivi 100 metri hanno una pendenza media del 15,3%. Finalmente raggiungiamo il punto più alto della giornata, quota 1452 m. Da qui la strada tagliafuoco prosegue in falsopiano fino a raggiungere i prati di …continua su: http://gianolinibike.it/node/10147


5.0
(1)

MTB


icon-helpcenter
icon-helpcenter
icon-helpcenter
Bikemap Newsletter