addalert addcircleoutline addlocation add arrow-down-left arrow-down-right arrow-down arrow-left arrow-right arrow-up-right arrow-up ascent assessment bin bookmarkoutline calendar-add calendar camera caret-down caret-left caret-right caret-up check chevron-down chevron-right clock close cloud-upload cog collectionsbookmark content-view-grid content-view-list datacheckerflag1 datadownload data-upload descent directions expandhorizontal expand-horizontal-2 expand-horizontal expand-vertical eye-off eye fileadd1 filecopy filenew2 filestatisticadd2 filetaskssubtract file-images-upload fullscreenexit gauge groupadd heart home infooutline info link list-number location-pin lock logout map mobile morevertical mylocation navigateprevious navigation-drawer nearme noteadd pen pencil-write pencil personoutline pindrop place playcirclefilled playlistaddcheck power-button publish refresh remove return routes-favourites scissors search share starhalf staroutline star supervisoraccount synchronize2 text-redo time-upload timeline timer track-route trendingflat trendingup user-add users visibility vote-star-banner warning zoomin badge1 medal3 medal5 starbanner starcircle starsubtract

L’Enza e l’Area Naturalistica di Cronovilla

54 km Distance
240 m Ascent
240 m Descent

(1 rating)

Con questo itinerario si conclude il ciclo di escursioni

dedicate alla MTB. I Fiumi e i Torrenti della nostra

Provincia e di quelle limitrofe hanno rappresentato il filo

conduttore delle gite e, dopo il Secchia, il Panaro, il

Tassobbio e Maillo, non poteva certamente mancare

l’Enza.

Dalla sede Tuttinbici, in Via Zandonai a Reggio

Emilia, con percorso in parte su pista ciclabile,

raggiungeremo San Rigo. Si prosegue poi su strade

secondarie alla volta di Roncolo. Abbandonata quasi

subito la provinciale, si sale a Mediana ed in breve si

raggiunge Quattro Castella e l’antico e caratteristico

borgo di Monticelli, sede del Centro Visite dell’Oasi lipu

di Bianello.

Quasi di fronte alla piazzetta collocata al centro del

borgo e sulla quale si affaccia la sede del centro visite,

parte in direzione ovest una strada che in breve si

trasforma da asfaltata in bianca e poi in carrareccia.

Dopo alcuni saliscendi si raggiunge la sommità della collinetta che sovrasta l’antico Convento di Montefalcone, il

cui nucleo originario si racconta essere stato fondato da San Francesco d'Assisi. Da quassù si gode di uno splendido e

appagante panorama: verso Est, emerge tra la folta vegetazione, il complesso architettonico del Castello di Bianello,

antica dimora della Contessa Matilde di Canossa, mentre verso nord, la pianura si estende a perdita d’occhio.

Alternando ampi tratti di sterrato a brevi tratti di asfalto con qualche breve, ma impegnativa salita, la cui fatica è

comunque presto ripagata da divertenti discese, si raggiunge rapidamente San Polo immettendosi sulla Provinciale

dopo Pontenovo dove la strada curva senza indugio in direzione della Rocca. Per chi ha necessità, è possibile acquistare

ricche e prelibate libagioni che consumeremo nel vicino Parco Lido.

Dopo la meritata sosta, con poche pedalate le nostre ruote guadagnano l’alveo dell’Enza che guaderemo fin da

subito a ridosso del ponte sulla provinciale che conduce a Traversatolo, portandoci in territorio Parmense.

Una comoda strada bianca ad uso prevalente delle attività estrattive, mantenendosi in aderenza al Torrente, ci

conduce rapidamente all’Area Naturalistica di Cronovilla, importante punto di sosta e rifugio per numerose specie

migratorie.

Poco più a valle si guada nuovamente il Torrente per riprendere la sponda reggiana. Circa 1.3 km prima di

raggiungere la provinciale Montecchio-Basilicagoiano si imbocca a destra una carrozzabile che conduce sulla strada

Montecchio – Barcaccia – San Polo. La si oltrepassa e alternando carraie, strade bianche e tratti di asfalto si raggiunge

Fossa Barco, la Madonna della Guazzetta e Pianella alla periferia di Cavriago. Si prosegue poi sulla provinciale per

Codemondo che lasciamo rapidamente al bivio per il guado sul Torrente Quaresimo. Siamo oramai alla periferia di

Reggio ed in breve facciamo ritorno al luogo di partenza.


5.0
(1)



icon-helpcenter
icon-helpcenter
icon-helpcenter
Bikemap Newsletter
Top